Industria

Dai un'occhiata a questa inquietante città fantasma tossica in Oklahoma

Dai un'occhiata a questa inquietante città fantasma tossica in Oklahoma


Benvenuti a Picher, la città abbandonata più tossica dell'Oklahoma, negli Stati Uniti.

Non lasciarti ingannare dall'aspetto di Picher. La città un tempo vantava la più grande miniera di zinco del mondo. Nel corso del tempo, la lode si è esaurita e le società minerarie si sono trasferite nel 1970.

Ma ha lasciato un enorme problema alle spalle: tossicità.

La città divenne famosa nel 1914. Fornì le maggiori richieste di munizioni durante la prima e la seconda guerra mondiale. Lo zinco proveniente dalle miniere Picher ha giocato un ruolo importante durante la guerra. È andato a creare leghe metalliche più forti e resistenti all'acqua, integratori alimentari e batterie migliori.

Lo zinco è il 24 ° elemento chimico più abbondante al mondo. Copre circa 75 ppm (0,0075%) della crosta terrestre. Gli esseri umani lo hanno utilizzato fin dall'antichità per la sua importanza per il corpo umano e i campi industriali.

"Ciò che è effettivamente emerso dal terreno era minerale grezzo, roccia sedimentaria intrecciata con metalli preziosi. Per romperlo, i minatori hanno semplicemente invertito i processi geotermici che lo hanno creato: hanno frantumato e smistato il minerale nei mulini vicini, quindi lo hanno surriscaldato in un gigante fonderia per sciogliere le impurità. "

Picher è stato un epicentro dell'estrazione dello zinco. La Picher Lead Company gestiva centinaia di mine. Migliaia di abitanti del posto lavoravano duramente nelle miniere e la popolazione crebbe. La popolazione raggiunse i 14.000 abitanti nel 1926, ma nessuno si aspettava che la lode finisse così rapidamente. Tuttavia, anche durante la discesa di Picher, i residenti hanno iniziato a notare problemi:

"I bambini hanno iniziato a tornare a casa nuotando negli stagni vicino alle miniere lamentandosi di quelle che pensavano fossero scottature solari, senza mai rendersi conto che le piscine erano piene di sostanze chimiche caustiche. E la maggior parte delle compagnie minerarie che avrebbero potuto essere ritenute responsabili erano in bancarotta o sciolte".

Ora, il Picher è una città morta. Tranne pochi locali, la maggior parte dei residenti ha dovuto lasciare la propria città per ordine nel 2009.

Il Corpo degli ingegneri dell'esercito ha stabilito che la maggior parte delle case di Picher erano in pericolo sia fisico che chimico, poiché le mine scorrevano sotto le case.

Secondo Ben Paynter, un giornalista che ha viaggiato per Picher nel 2010:

"Ciò che restava dopo che i preziosi minerali erano stati estratti - residui inutili su vasta scala - ammucchiati fuori dalle miniere, un crinale di 7000 acri di chiazze a grana fine punteggiato di stagni di mulino e circondato da una prateria di scisto. Le pompe dell'acqua erano si spensero quando le miniere chiusero; le loro camere sotterranee si riempirono di acqua sotterranea e fecero fuoriuscire acido nel vicino Tar Creek, minacciando l'acqua potabile della città. Sinkholes si aprirono sotto le strade e le case. La polvere di metalli pesanti dai cumuli di chat soffocava l'aria. "

Secondo gli scienziati, una condizione chiamata brividi di zinco potrebbe essere indotta dall'inalazione di fumi di zinco durante la brasatura o la saldatura di materiali galvanizzati. Uomini anziani regolarmente esposti a 80 mg di zinco al giorno sono stati ricoverati per complicazioni urinarie.

[Fonte immagine:i1OS]

VEDERE ANCHE: Azienda recupera vecchie fotocopiatrici e le trasforma in trombe

Tuttavia, alcuni locali con radici profonde chiamano ancora casa Picher.

Tramite Wikipedia, NBC

Scritto da Tamar Melike Tegün


Guarda il video: ABBIAMO RISCHIATO GROSSO IN QUESTA CITTA FANTASMA. GHOST TOWN. Before lockdown